SUAP - Sportello Unico Attivitą Produttive

Focus

L'imprenditore, all'interno della banca dati regionale dello Sportello Unico Attività Produttive, potrà facilmente consultare le schede informative riguardanti le singole attività di cui desidera informarsi; le schede sono contraddistinte dalle seguenti categorie:

  • Dati Generali: che contiene informazioni quali la codifica, la descrizione e i tempi di rilascio del procedimento.
  • Iterdove vengono evidenziati i singoli procedimenti unici previsti dall'iter amministrativo della pratica. Tali procedimenti unici, che vengono anche definiti endoprocedimenti, sono i singoli passi dell'iter e sono anch'essi dotati di una ulteriore scheda informativa di dettaglio.
  • Requisiti: soggettivi necessari per l'avvio della pratica.
  • Normativa: in cui vengono elencate le leggi di riferimento del settore, nazionali, regionali e comunitarie, con la possibilità del download dei testi di legge.
  • Modulistica: che contiene l'elenco dei documenti da allegare alla pratica e moduli scaricabili.

Il SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) è lo sportello dove gli imprenditori possono avviare o sviluppare un’impresa e ricevere tutti i chiarimenti sui requisiti, la modulistica e gli adempimenti necessari.
Il SUAP semplifica e garantisce la conclusione delle pratiche in tempi rapidi e certi, e soprattutto, l’imprenditore ha il vantaggio di rivolgersi ad un unico ufficio.

I procedimenti del SUAP prevedono due procedure possibili per la nascita di un’attività produttiva: l’immediato avvio e la conferenza di servizi (Art. 1 commi 16-32).
Nell’immediato avvio l’imprenditore presenta al SUAP la DUAAP (Dichiarazione Unica Autocertificativa per la realizzazione di un intervento relativo ad Attività Produttive), con allegate le relazioni e le attestazioni tecniche necessarie (allegati).
Trascorsi 20 giorni senza che siano segnalate anomalie, l’imprenditore inizia a costruire l’impianto o avvia la propria attività.
In casi particolari (indicati al comma 24), l’imprenditore, per la natura dell’attività o la localizzazione dell’impianto, deve attendere gli esiti di un’apposita conferenza di servizi. Si tratta di casi attinenti, ad esempio, alle verifiche ambientali, alla sicurezza pubblica, alla tutela della salute e della pubblica incolumità. L’imprenditore che vuole avviare un’impresa in alcuni particolari ambiti (indicati dal comma 24 della L.R. n. 3/2008 e relativi, ad esempio, alle verifiche ambientali, alla sicurezza pubblica, alla tutela della salute e della pubblica incolumità, per i quali siano necessarie valutazioni discrezionali da parte della pubblica amministrazione), presenta al SUAP competente per territorio la DUAAP. Il SUAP rilascia all’imprenditore una ricevuta e procede entro 7 giorni alla convocazione di una conferenza di servizi, da svolgersi entro i successivi 15 giorni. L’imprenditore, in questo caso, per poter avviare l’attività deve attendere l’esito della conferenza di servizi.

Lo Sportello SUAP del Comune di Nureci fa parte del SUAP Associato Unione dei Comuni Alta Marmilla.

[ Indietro ]