autorizzazione taglio stradale


Che cos'è:

E’ l’autorizzazione che viene rilasciata per l’impiego del suolo e del sottosuolo, delle sedi stradali di proprietà comunale e di aree di uso pubblico, riguardanti l’esecuzione d’interventi di costruzione, ampliamento, manutenzione e riparazione di reti di pubblico servizio, che comportino qualsivoglia intervento su suolo pubblico, su aree di proprietà comunale ovvero su strade o aree con servitù di pubblico transito


Requisiti:

Possono richiedere l’autorizzazione all’esecuzione di taglio stradale o alla manomissione del suolo pubblico per interventi di nuova posa, sostituzione, riparazione, manutenzione, ampliamento delle condotte e degli allacciamenti alle utenze private, esclusivamente i soggetti gestori/erogatori di pubblici servizi, pubblici e privati, proprietari o concessionari di reti di servizio pubblico di acquedotto, fognatura, elettrico, telefonico, telecomunicazioni, gas di città e quelli di servizi che interessano comunque le strade, per le tipologie di lavoro di cui all’art. 1 del presente regolamento.
Possono inoltre richiedere l’autorizzazione all’esecuzione di taglio stradale o alla manomissione del suolo pubblico per interventi diversi da quelli compresi nella casistica prescritta al comma 1, anche soggetti, diversi da quelli indicati nel comma precedente. In tale caso, le opere per cui si chiede l’autorizzazione e le motivazione addotte nell’istanza saranno valutate dall’ufficio deputato all’istruttoria per rilascio dell’eventuale autorizzazione.


Dove:

UFFICIO TECNICO
via Ungheria, 31
09080  NURECI (OR)
Tel. 0783/96600
Fax: 078396646
E-mail: tecnico@pec.comune.nureci.or.it
 

ORARIO e GIORNI DI APERTURA AL PUBBLICO
Mattina: Martedì e Giovedì dalle 10 alle 12.00
Pomeriggio: Martedì e Giovedì dalle 16.30 alle 17.30


Come:

1. Le attività di qualsiasi natura che comportino il taglio o la manomissione del suolo pubblico sono soggette a preventiva autorizzazione da parte del Comune, secondo le modalità riportate nel presente Regolamento. L’istanza di autorizzazione, da presentare su apposito modulo disponibile presso il Servizio Tecnico, dovrà essere indirizzata al Responsabile del Servizio e contenere tutti gli elementi necessari al fine dell’esatta individuazione e comprensione delle opere da eseguire e dovrà essere redatta indicando obbligatoriamente:

  • gli estremi del soggetto richiedente, completo di indirizzo di residenza ovvero nome e cognome del legale rappresentante dell’Ente e Società, completo di indirizzo della sede legale, del Codice Fiscale ed eventualmente della Partita I.V.A.;

2. Dovranno essere obbligatoriamente allegati, in triplice copia, i seguenti elaborati grafici firmati da un tecnico abilitato:

  • una dettagliata planimetria in scala 1:500, con l’indicazione esatta delle aree e delle superfici interessate dagli scavi in via provvisoria e definitiva, debitamente quotata, con gli schemi indicativi della rete fognaria, idrica, elettrica, telefonica e del gas esistenti, l’indicazione della posizione dei relativi pozzetti o corpi tecnologici fuori terra presenti in loco: le indicazioni non dovranno essere generiche ma saranno riferite, con le relative distanze e quote, a punti fissi sul terreno, quali spigoli di fabbricati, con distanze dagli stessi o dalle cordonate dei marciapiedi, dai pozzetti e simili;
  • particolari costruttivi in scala adeguata debitamente quotati, da cui risulti in modo non equivoco la profondità dello scavo e le quote altimetriche della posa degli impianti rispetto al piano viabile e pedonabile;
  • relazione illustrativa con l’indicazione dei tempi necessari per l’esecuzione dei lavori, degli strumenti e dei macchinari che si intendono utilizzare, la quantificazione della superficie interessata dagli scavi e del suolo pubblico occupato dal cantiere, la stima analitica della quantità di rifiuti inerti al netto del materiale riutilizzabile, espressa in metri cubi, prodotti dagli scavi e demolizioni; la denominazione e l’ubicazione dell’impianto di smaltimento presso il quale si dovranno conferire i rifiuti inerti nel caso in cui ricorra; l’indicazione e l’ubicazione del terreno e/o ditta presso i quali si dovranno conferire terra vegetale e/o di sbancamento e/o materiale da costruzione riciclabile nel caso in cui ricorra;
  • piano di viabilità alternativo, nel solo caso in cui si preveda la chiusura al traffico veicolare di strade pubbliche o aperte al pubblico.

3. Dovrà essere obbligatoriamente allegata, in duplice copia, una tavola grafica formata da una planimetria indicativa dei punti di scatto con almeno quattro fotografie a colori delle dimensioni minime di cm. 15x10 circa, incollate a un cartoncino formato A4 riproducenti le aree interessate dai lavori e quelle immediatamente adiacenti.

4. Dovrà essere obbligatoriamente presentata, nel caso in cui ricorra tale circostanza, una dichiarazione del tecnico incaricato, resa ai sensi del D.P.R. n° 445/2000 e s.m.i., dalla quale risulti che tutto il materiale prodotto durante gli scavi sarà riutilizzato in loco per il reinterro, nel rispetto delle norme ambientali stabilite nel Codice dell’Ambiente D.Lgs n° 152/2006.

5. Dovrà essere obbligatoriamente allegata alla domanda l’attestazione del versamento di Euro 51,16 sul c/c n. 16483091 intestato al Servizio Tesoreria del Comune di Nureci indicando come causale diritti di segreteria.

6. La larghezza minima degli scavi sarà computata pari a metri 0.50 per il ripristino delle pavimentazioni in calcestruzzo, in pietrini di cemento, delle aree sistemate a verde o non ancora sistemate, ricadenti nelle tipologie A,C,G e H previste nell’articolo 15 del presente Regolamento.

7. La larghezza minima degli scavi sarà computata pari a metri 1.50 per il di ripristino del manto bituminoso, della pavimentazione in basolato lavico, lastroni di granito, acciottolato e/o materiale litoide della sede stradale, ricadenti nelle restanti tipologie previste nell’articolo 15 del presente Regolamento.

Modulo domanda taglio stradale
Modulo richiesta rimborso cauzione taglio stradale

Regolamento comunale tagli stradali


Tempistica:

  1. Il Responsabile del procedimento, accertati in fase di prima istruttoria la sussistenza dei requisiti necessari e la completezza e l’adeguatezza della documentazione presentata, entro trenta giorni istruirà la pratica ovvero, nello stesso termine, procederà alla richiesta ai soggetti richiedenti dell’integrazione dell’eventuale documentazione mancante o incompleta.
  2. La mancata o inesatta indicazione dell’ubicazione dell’intervento o dello sviluppo del tracciato, la mancata o incompleta indicazione della superficie interessata dal taglio stradale e dai lavori, la mancata o incompleta presentazione della documentazione, prevista nell’articolo 5 del regolamento, è motivo di sospensione della pratica e dei termini istruttori.
  3. Il Responsabile del procedimento comunicherà al soggetto richiedente la sospensione del procedimento e la richiesta di integrazione della eventuale documentazione mancante o incompleta, il quale disporrà di 30 giorni per integrare la documentazione. In mancanza dell’integrazione richiesta entro il termine indicato la domanda di autorizzazione si intende automaticamente respinta.
  4. Il Responsabile del procedimento comunicherà successivamente ai richiedenti l’importo delle somme che dovranno pagare per il rilascio delle autorizzazioni in questione, in particolare l’importo del deposito cauzionale per garantire la corretta esecuzione dei lavori, calcolato in base alle tariffe previste all’articolo 8 del regolamento, da versare sul c/c n. 16483091 intestato al Servizio Tesoreria del Comune di Nureci.
  5. Le autorizzazioni saranno rilasciate, dopo il pagamento di quanto dovuto, limitando al massimo il tempo necessario per la loro esecuzione: in modo particolare il Responsabile del Servizio Tecnico dovrà stabilire, con i dati acquisiti, se i lavori debbano essere eseguiti durante le ore notturne o diurne, se è necessario depositare i calcoli delle strutture in cemento armato e la durata stessa dell’autorizzazione.
  6. Il richiedente ha l’obbligo di presentare la comunicazione di inizio lavori al protocollo del Comune, pena la decadenza dell’autorizzazione stessa.
  7. L’autorizzazione è valida per la durata stabilità nella stessa ed i termini per l’esecuzione dei lavori iniziano a decorrere dalla data indicata nella comunicazione di inizio lavori trasmessa al Responsabile del Procedimento.
  8. Allo scadere dei termini per l’esecuzione dei lavori il richiedente o in alternativa il direttore dei lavori/referente unico incaricato dal gestore di pubblico servizio, ha l’obbligo di presentare, al protocollo generale del Comune, la comunicazione di avvenuta ultimazione dei lavori, indirizzata al Responsabile del procedimento del Servizio Tecnico del Comune di Nureci. La comunicazione di avvenuta ultimazione dei lavori deve esser corredata da una relazione tecnica finale, redatta dal direttore dei lavori/referente unico incaricato dal gestore di pubblico servizio, attestante la corretta esecuzione del ripristino, che i lavori sono stati completamente eseguiti, che le aree adiacenti al cantiere sono state ripulite e che non sono stati arrecati danni a strutture pubbliche.

Documentazione:

Prima di iniziare gli interventi il titolare dell’autorizzazione deve presentare presso l’Ufficio Tecnico la seguante documentazione:
Modello di comunicazione data di inizio lavori.
Certificato di regolarità contributiva rilasciato dall’INPS, INAIL, CASSA EDILE (o dalla sola Cassa Edile che ha stipulato un apposita convenzione con predetti istituti per il rilascio di un documento unico di regolarità contributiva).


Costi:

  1. Ai fini del rilascio delle autorizzazioni i soggetti gestori/erogatori di pubblici servizi, dovranno presentare, per gli interventi previsti dal presente Regolamento, apposita polizza fideiussoria a garanzia della corretta esecuzione dei ripristini e dell’esatto adempimento delle prescrizioni tecniche contenute nel presente regolamento. La garanzia, dovrà essere prestata mediante fideiussione bancaria o assicurativa, che dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta dell’Amministrazione.
  2. L’importo della fideiussione sarà stabilito dall’Amministrazione sulla base dei lavori da eseguire, sarà valutato in relazione alla superficie complessiva delle aree pubbliche interessate dalle attività di manomissione, alle relative tipologie, ed ai costi unitari stabiliti nell’art. 8.
  3. Il richiedente, privato o soggetto gestori/erogatori di pubblici servizi che non hanno presentato polizza fideiussoria a garanzia della corretta esecuzione dei ripristini, dovranno versare una cauzione il cui importo sarà calcolato in base alle seguenti tariffe:
  • A - Marciapiedi € 155,00/mq
  • B - Strade asfaltate € 103,00/mq
  • C - Strade pavimentate in calcestruzzo € 110,00/mq
  • D - Strade sistemate con lastre in granito € 413,00/mq
  • E - Strade sistemate con ciottoli nel centro storico € 300,00/mq
  • F - Aree sistemate a verde € 77,00/mq
  • G - Aree non ancora sistemate (reliquati in terra naturale) € 25,00/mq
  • H - Strade esterne all’abitato non asfaltate € 18,00/mq

DIRITTI DI SEGRETERIA: Versamento della somma di €. 51,16 per Diritti di segretaria sul conto corrente postale n. 16483091 intestato a Comune di Nureci.
MARCHE DA BOLLO: N° 2 marche da bollo da €. 14,62


Normativa:

Regolamento Comunale approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 10 del 24/03/2009.

 Stampa il procedimento  Stampa il procedimento 
[ Indietro ]